Nuovo consiglio direttivo

Eletto sabato 10 dicembre il nuovo consiglio direttivo dell’associazione Polesine solidale. Alla chiusura del seggio, nella sede della Croce Verde di Rovigo, hanno votato 101 associazioni su 151 aventi diritto. Ogni associazione votante era chiamata ad esprimere un massimo di tre preferenze per il direttivo e di tre per il collegio di controllo. Undici i candidati, provenienti da associazioni di volontariato del territorio provinciale.

I candidati più votati sono stati Remo Agnoletto (Centro documentazione polesano) e Udino Veronese (Avis provinciale), con 42 voti a testa. A seguire Tiziano Fontan (Auser volontariato Polesine) con 39 voti, Marzio Ortolani (associazione Olga onlus) con 38 voti, Gabriele Andriotto (Croce verde di Adria) con 33 preferenze, Guido Zago (Aitsam Adria-Porto Viro, 11 voti) e Fabrizio Azzolini (associazione Genitori, 7 voti). I primi sette andranno a comporre il consiglio direttivo di Polesine solidale, chiamato a eleggere il presidente nelle prossime settimane.Gli altri candidati: Eva Grandi (associazione Renzo Barbujani Onlus), Ivo Mantovani (Anteas) e Guglielmo Oreste Secondi (Ass. Renata di Francia), tutti con 6 voti; Gabriella Roccato (Pianeta Handicap), 4 voti. Per il collegio di controllo, nominati ancora Secondi (50 voti) e Azzolini (23 voti), assieme a Mario Martinello (Anteas Villadose) con 9 voti.

Una volta ufficializzata la composizione del consiglio direttivo, sarà scelto il presidente dell’associazione, che sarà anche presidente del Csv. Il consiglio direttivo del Csv corrisponde per sei membri su sette con quello di Polesine Solidale (il settimo membro è espressione delle fondazioni bancarie). La nomina del presidente avverrà nei prossimi giorni e comunque non oltre il termine massimo di fine mese.